Il nostro corriere è solo su ilnostrocorriere.com

Cari lettori,
al centesimo post del blog ci siamo decisi. Dalla forma classica di WordPress passiamo sotto forma di sito con tanto di dominio acquistato.
Da oggi gli articoli saranno visibili (e sarà possibile iscriversi per riceverli via Rss Feed) solo su

ilnostrocorriere.com

Che dire, vi aspettiamo lì. Numerosi come adesso

Pubblicato in Cinema e Teatro, Cultura, Dal mondo, Dalle città, Lingue e linguaggi, Musica, Sociale e associazionismo, Sport, Televisione | Contrassegnato | Lascia un commento

Oltre 100mila firme (e un concerto) per la cittadinanza ai figli di stranieri nati in Italia

Tre ore e mezzo di musica e parole per dire grazie. Grazie ai 109mila firmatari toscani che hanno condiviso la proposta di riforma della legge sulla cittadinanza, perché venga riconosciuta anche ai figli di cittadini stranieri nati nel nostro paese. Grazie ai 106mila che hanno appoggiato la richiesta di concedere il voto amministrativo ai cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia da più di cinque anni.

Una festa, dunque, andata in scena all’Obihall di Firenze lunedì sera. E anche un esempio. Di come l’integrazione, la commistione fra generi, la contaminazione, sia una risorsa e non un vulnus per le identità di ciascuno. Dalla musica tradizionale africana, ai ritmi peruviani fino alle sonorità gitane, la manifestazione conclusiva della campagna L’Italia sono anch’io, organizzata dall’Arci e da altre 19 associazioni del territorio, ha raggiunto il suo scopo: continuare a tenere alta l’attenzione su una campagna di diritti che con la raccolta delle firme ha avuto solo il suo atto iniziale. “Adesso – ha detto Pape Diaw, ex consigliere comunale e rappresentante a Firenze della comunità senegalese – dobbiamo continuare la battaglia perché queste proposte di legge vengano calendarizzate in Parlamento. Altrimenti tutti questi sforzi non saranno serviti a nulla”.

La carica emozionale che arriva dal palco raggiunge il suo culmine con l’esibizione di Ginevra De Marco con l’Orchestra multietnica di piazza Vittorio e la partecipazione straordinaria di Vinicio Capossela. Che conclude con la splendida preghiera laica Ovunque proteggi un climax di divertimento e riflessione. Con un invito ad abbracciarsi in platea che vuole rappresentare fisicamente il significato della serata.

Già, perché come ha ricordato anche l’assessore regionale al Welfare, Salvatore Allocca, “L’Italia sono anch’io” è un grido, un appello, una richiesta che può essere declinato in tante forme. Non solo per i diritti dei migranti, di prima o seconda generazione che siano. Ma anche per i giovani precari, per le donne, per gli omosessuali. O per gli anziani e per i disabili. Anche loro vivono, in qualche modo e in qualche momento, la sensazione di essere stranieri.

E anche per questo è il momento di credere e di battersi per i diritti. Perché sia possibile, a tutti, finalmente dire “L’Italia sono anch’io”

Enrico Pace

Pubblicato in Sociale e associazionismo | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Editoria in crisi: ma la solidarietà fra colleghi (r)esiste

Una abusata leggenda sul mondo del giornalismo vorrebbe che, in nome della concorrenza, la solidarietà fra colleghi sia poco meno di una chimera. Ambiente particolare, quello della carta stampata e della tv. Con i suoi addetti sempre pronti a sgomitare per arrivare primi, per arrivare meglio sulla notizia. E particolarmente propensi a dimenticare l’articolo 2 della legge istitutiva dell’ordine professionale (legge 69 del 1963) soprattutto laddove recita che “giornalisti e editori sono tenuti […] a promuovere lo spirito di collaborazione tra colleghi, la cooperazione fra giornalisti e editori, e la fiducia tra la stampa e i lettori“.

Ma fra migliaia di conferme esistono, per fortuna, le piacevoli eccezioni. E due di queste, per un curioso scherzo del destino, sono concentrate nel weekend che sta per iniziare. Si comincia venerdì sera, alle 21, al Prodotto Non Conforme, un locale di via Vecchia Pesciatina a  Capannori. Dove non si parlerà soltanto, come da programma, della situazione difficile del Manifesto, che da tempo ha chiuso la sua pagina toscana e ora vive sotto la mannaia della liquidazione coatta amministrativa. I giornalisti del Manifesto, infatti, assieme a Sinistra per Capannori, hanno voluto allargare gli orizzonti. Perché la situazione dell’editoria in Toscana corre sul filo della crisi: da una parte c’è il baratro, delle voci di libertà che si spengono, dall’altra la possibilità di fare qualcosa per la loro sopravvivenza.

Ed è così che all’incontro pubblico serale  “Democrazia in liquidazione coatta: io Manifesto” interverrano anche alcuni giovani giornalisti dell’ex Nuovo Corriere di Lucca ormai smantellato (alcuni dei quali fra gli ideatori di questo sito) e giornalisti dell’emittente televisiva locale Noitv “per comprendere – scrive Sinistra per Capannori – come anche a livello locale il diritto alla qualità dell’informazione rappresenti un nodo non sempre sciolto di una democrazia territoriale che arranca”. “Come creare contesti di formazione e informazione democratica non appiattiti sulle logiche di mercato: questo è ciò su cui vorremmo cominciare a riflettere”, conclude la nota.

Solidarietà nella difficoltà, dunque. E uno sguardo al futuro della professione con l’occhio attento di chi la vive dall’interno. E ne conosce non solo i pregi ma anche i, tanti, difetti.

E solidarietà ricambiata. Il giorno successivo, infatti, sabato alle 11 all’Hotel Palace di Viareggio è in programma l’annuale consegna del Premio Passetti istituito dall’Unione Nazionale Cronisti Italiani. In un momento così delicato per il settore è stata la sensibilità dell’associazione di giornalisti (e in particolare della sua vicepresidente Ilaria Bonuccelli) a volere l’istituzione di un premio speciale. Anzi, due. “Due premi speciali – recita il comunicato ufficiale del premio – vengono assegnati ai colleghi di testate della Lucchesia e della Toscana che stanno vivendo una situazione lavorativa drammatica. In segno di solidarietà, due targhe verranno consegnate ai colleghi del Corriere di Lucca e della Versilia che hanno vissuto la chiusura della testata e ai colleghi di Noi Tv in cassa integrazione”. “Le due targhe – conclude la nota – sono un simbolo di solidarietà per tutti i colleghi in difficoltà che in Toscana, come in Italia, sono sempre più numerosi. Basti pensare alla difficile vertenza di Canale Dieci e di Tv1”.

Messaggio raccolto, quest’ultimo, dai giornalisti del già Nuovo Corriere di Lucca e della Versilia e dai cassintegrati di Noi Tv. Che hanno chiamato a condividere il premio, nella mattinata viareggina, proprio gli altri colleghi in difficoltà: dal Manifesto, appunto, alle televisioni locali Canale Dieci e Tv1, a tutti coloro che, in un modo o nell’altro, hanno vissuto direttamente sulla propria pelle la crisi del settore.

Con buona pace di chi si frega le mani quando un giornale chiude, perché c’è meno concorrenza. O per chi ama, nelle situazioni di difficoltà altrui, rigirare il coltello nella piaga o fare facili (e becere) dietrologie. La solidarietà fra colleghi, in qualche modo, esiste ancora. E da questa, come per la società, dipende gran parte del futuro di questa professione.

Enrico Pace

Pubblicato in Dalle città, Sociale e associazionismo | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Detachment, una separazione non così netta

“La sua miglior interpretazione dai tempi de Il Pianista”, parola de Le Figaro. Dopo l’opera diretta da Roman Polanski, che nel 2002 lo ha consacrato sulla scena internazionale come uno dei migliori attori di Hollywood, Adrien Brody è tornato protagonista sul grande schermo, stavolta nei panni di un professore supplente in un liceo della periferia newyorchese.

Henry Barthes (Adrien Brody) è il classico insegnante costretto a cambiare scuola ogni volta che un professore si assenta, e stavolta capita in un liceo di periferia complicata americana. Un film che potrebbe sembrare la solita storia, il professore competente che fa uscire la vera essenza di ragazzi non coscienti delle proprie potenzialità, sullo stile di John Keating de L’Attimo Fuggente, ma che da subito stupisce per la straordinaria capacità di Tony Kaye di raccontare una storia semplice da un punto di vista nuovo. Tutto basato sul flash back, Henry racconta la sua esperienza in quel liceo di periferia: l’amore con una collega, il rapporto con i suoi studenti “difficili” e il continuo scontro con gli altri insegnanti, in gran parte professori più per professione che per vocazione. E se da un lato c’è la scuola e il liceo, dall’altro c’è la vita privata, il rapporto col nonno rinchiuso in un ospedale e quello con Erica (interpretata magistralmente dalla giovane Samy Gayle), giovane prostituta che vede in Henry il suo punto di riferimento. E come se non bastasse lo spettro della madre, che torna sovente nella vita quotidiana dell’insegnante.

Una pellicola che miscela in sé la vita lavorativa e quella privata, e che mette in evidenza la forza che il ruolo dell’insegnate può assumere anche se solo per un breve periodo: perfino un solo mese può bastare per cambiare la vita di un giovane che si appresta a diventare adulto, fattore che troppo spesso viene dimenticato quando parliamo del ruolo degli insegnati, spesso visti come perditempo. Ma se da un lato è sbagliato considerare l’essere professore come una qualsiasi altra professione, dall’altro è altrettanto scorretto idolatrarli: anche loro sono persone, con le loro debolezze e con i loro scheletri nell’armadio.

Matteo Ferrari

Pubblicato in Cinema e Teatro | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 1 commento

Copa Libertadores formato Brasile. Piangono le argentine, sorpresa Bolivar

Dopo la pausa per le amichevoli delle nazionali è ripresa la fase a gironi della Copa Libertadores 2012. Ed hanno iniziato ad accelerare le brasiliane, che avevano deluso nella prima parte della qualificazione. En plein nella settimana che sta per concludersi, grazie alle vittorie di Santos (nel derby con l’Internacional di Porto Alegre), Flamengo, Fluminense (sul campo del Boca Juniors), Corinthians e Vasco da Gama. A fronte dei successi dei verdeoro deludono, invece, le argentine: oltre al ko interno del Boca c’è il tracollo del Velez Sarfield nelle alture di Quito e uno scoppiettante 4-4 del Godoy Cruz contro l’Atletico Nacional del capocannoniere del torneo Pabòn. Non decolla in casa, nonostante il cambio di panchina, il Peñarol, che si limite a conquistare un punto con l’Universidad de Chile. Sorpresa di giornata il successo dei boliviani del Bolivar sul campo del Junior Barranquilla. Si torna in campo la settimana prossima con un maxiturno da 11 partite.

Gruppo 1
Santos – Internacional 3-1
SANTOS: Rafael, Edu Dracena, Fucile (85’ Bruno Rodrigo), Juan, Durval, Ibson (81’ Elano), Henrique, Arouca, Ganso, Borges (76’ Kardec), Neymar. Allenatore: Muricy Ramalho.
INTERNACIONAL: Muriel, Nei, Kleber, Indio, Rodrigo Moledo, Guiñazu, Bolatti (63’ Tinga), Oscar, Elton (46’ Datolo), D’Alessandro (63’ Dagoberto), Leandro Da miao. Allenatore: Dorival Junior
ARBITRO: Romàn (Brasile)
RETI: 19’ rig, 54’ e 65’ Neymar, 64’ Leandro Daimao
NOTE: Ammoniti Indio, Elton, Neymar, D’Alessandro, Bolatti, Juan, Tinga, Dagoberto, Elano

Gruppo 2
Flamengo – Emelec 2-1

FLAMENGO: Paulo Victor, Gonzalez, Leo Moura (30′ Negueba), Junior Cesar, David Braz, Welinton (46′ Deivid), Botinelli, Muralha, Luiz Antonio, Ronaldinho, Vagner Love. Allenatore: Joel Santana
EMELEC: Dreer, Achilier, Bagui, Gimenez, P.Quiñonez, J.Quiñonez (41 C.Quiñonez), Gaibor, Mondaini (46′ Iza Garcia), Figueroa (62′ Vigneri), De Jesus, Valencia. Allenatore: Fleitas
ARBITRO: Ubrìaco (Uruguay)
RETI: 49′ Vagner Love
NOTE: Ammoniti P.Quiñonez, C.Quiñonez, Botinelli. Espulso al 46′ pt De Jesus

Gruppo 3
Union Española – Universidad Catolica 1-1
UNION ESPANOLA: Lobos, Ampuero, Currimilla, Leal, Cordero, Villagra, Scotti, Diaz, Pineda (74′ Barriga), Herrera (90′ Vecchio), Jaime. Allenatore: Sierra
UNIVERSIDAD CATOLICA: Toselli, Perez, Andìa, Biskupovic, Valenzuela, Silva, Rios (71′ Ormeño), Gutierrez (93′ Magnasco), Ovelar, Campos Toro, Harbottle (70′ Pizarro). Allenatore: Lepe
ARBITRO: Puga (Cile)
RETI: 39′ Andìa, 45′ Herrera
NOTE: Ammoniti Gutierrez, Scotti, Biskupovic, Valenzuela, Rios, Leal, Ampuero, Leal, Andìa. Espulsi Silva all’89’, Valenzuela al 95′. Herrera fallisce un calcio di rigore al 45′, poi ribattuto in rete

Junior Barranquilla – Bolivar 0-1
JUNIOR BARRANQUILLA: Viera, Velez, Gonzalez, Anselmo de Almeida, Quiñones, G.Hernandez, V.Hernandez, Garcia, Gomez (70′ Cardenas), Paez, Ruiz (74′ Cortes). Allenatore: J.Hernandez
BOLIVAR: Arguello, Rodriguez (89′ Eguino), Frontini, Gabriel Valverde, Campos, Scaglia, Lizio (61′ Reyes), Flores, Cardozo, Arce (75′ Alvarez), Ferreira. Allenatore: Hoyos.
Allenatore: Soto (Colombia)
RETE: 80′ Ferreira
NOTE: Ammoniti Cardozo, Frontini, Cortes, Garcia

Gruppo 4
Boca Juniors – Fluminense 1-2
BOCA JUNIORS: Oriòn, Caruzzo, Roncaglia, Rodriguez, Insaurralde, Riquelme, Somoza, Rivero (64’ Chavez), Erviti (71’ Gaona Lugo), Mouche (83’ Araujo). Allenatore: Falcioni
FLUMINENSE: Diego Cavalieri, Bruno Vieira (68’ Jean), Carlinhos, Digao, Anderson, Deco (82’ Edinho), Diguinho, Valencia, Thiago Neves (73’ Rafael Sobis), Wellington Nem, Fred. Allenatore: Braga
ARBITRO: Amarilla (Paraguay)
RETI: 10’ Fred, 47’ Somoza, 55’ Deco
NOTE: Ammoniti Diguinho, Insaurralde, Roncaglia, Riquelme

Gruppo 5
Vasco Da Gama – Alianza Lima 3-2
VASCO DA GAMA: Fernando Prass, Rodolfo (46′ Douglas), Thiago Feltri, Fagner, Dedè, Juninho Pernambucano, Eduardo Costa (46′ Felipe), Diego Souza, Nilton, Alecsandro, Barbio. Allenatore: Cristovao Borges
ALIANZA LIMA: Libman, Corrales, Carmona, Ramos, Ibañez, Gonzalez, Montaño (71′ Fernandez), Hurtado, Bazàn (52′ Villamarìn), Albarricìn, Charquero (61′ Arroè). Allenatore: Soto
ARBITRO: Abal (Argentina)
RETI: 17′ Charquero, 19′ aut. Ramos. 60′ Dedè, 81′ rig. Juninho Pernambucano, 85′ Ibañez
NOTE: Ammoniti Carmona, Arroè. Fernandez. Espulso Carmona al 48′. Alecsandro fallisce due calci di rigore al 49′ e al 69′

Gruppo 6
Corinthians – Nacional Asuncion 2-0

CORINTHIANS: Julio Cesar, Fabio Santos, Chicao, Leandro Castan, Danilo, Alex (80’ Douglas), Paulinho, Ralf, Edenilson, Jorge Henrique (86’ Emerson Sheik), Liedson (80’ Elton). Allenatore: Tite
NACIONAL: Don, Caniza, Mirando, Mendoza, Mazacotte, Villareal, Caceres (64’ Cano), Riverso, D. Oruè, Gonzalez (46’ Bogado), A.Oruè (55’ Rodrigo Teixeira). Allenatore: Torrente
ARBITRO: Osses (Cile)
RETI: 39’ Danilo, 67’ Jorge Henrique
NOTE : Ammoniti Leandro Castan, Gonzalez, Fabio Santos

Gruppo 7
Deportivo Quito – Velez Sarfield 3-0
DEPORTIVO QUITO: Elizaga, Espinoza, Checa, Mina, Velasco, Saritama, Bolaños, Paredes (71’ Folleco), F.Martinez, Bevacqua (46’ Olivo), Alustiza (85’ Escalada). Allenatore: Ischia
VELEZ SARFIELD: Barovero, Dominguez, Papa, Ortiz, Insùa, Cabral, Tubero (59’ Pratto), Fernandez (24’ Bella), Canteros, Cerro, Obolo (73’ J. Martinez). Allenatore: Gareca
ARBITRO: Buitrago (Colombia)
RETI: 49’pt rig. Alustiza, 3’st F. Martinez, 16’st Saritama
NOTE: Ammoniti Bevacqua, Dominguez, Cubero, Olivo, Papa, Velasco, Cerro, Mina

Gruppo 8
Peñarol – Universidad de Chile 1-1
PENAROL: Carini, D.Rodriguez, Valdez, A.Gonzalez, Silva, Albìn (69′ M.Perez), Freitas, Cristoforo, Estoyanoff (83′ Zambrana), Zalayeta (73′ Joao Pedro), Mora. Allenatore: J.Da Silva.
UNIVERSIDAD DE CHILE: Herrera, M.Rodriguez, O.Gonzalez, Rohas, Diaz, Acevedo, Mena, Aranguiz (83′ Cereceda), Junior Fernandes, Castro (46′ Lorenzetti), Henriquez (84′ Ruidiaz). Allenatore: Sampaoli
ARBITRO: Ponce (Colombia)
RETI: 22′ Freitas, 35′ Junior Fernandes
NOTE: Ammoniti Mena, J.Rodriguez, Lorenzetti, Junior Fernandes

Godoy Cruz – Atletico Nacional 4-4
GODOY CRUZ: Torrico, Sigali, Sanchez, Curbelo (34′ Falcòn), Ceballos, Villar, Rojas, Lertora, Cooper (57′ Castillon), Ramirez (80′ Navarro), Caruso. Allenatore: Pumpido
ATLETICO NACIONAL: Pezzuti, Tula, Henriquez, Calle, Diaz, Torres (86′ Quintero), Cordoba, Mosquera, Bernal (76′ Perez), Mejìa, Pabòn (92′ Renterìa). Allenatore: Escobar
ARBITRO: Vuaden (Brasile)
RETI: 9′, 69′, 90 Caruso, 13′ Mosquera, 30′ Sigali aut., 34′ Ramirez, 55′ e 70′ Pabòn
NOTE: Ammoniti Curbelo, Villar

Enrico Pace

Pubblicato in Sport | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Concacaf Champions League: deludono le messicane, sorride Beckham

All’appello delle manifestazioni continentali per club mancava soltanto quella organizzata dalla Concacaf. Dopo una lunga fase di qualificazione in Centro America e America del Nord siamo già alla fase dei quarti di finale e in settimana si sono giocate le gare di andata. Si attendeva il consueto en plein delle messicane, ma così non è avvenuto. L’unica vittoria, infatti, è arrivata dal Monterrey nel derby contro il Morelia. Le altre due squadre del paese dell’aquila e del tricolore sono state sconfitte di misura, e a sorpresa, in trasferta, dai Seattle Sounders e dai salvadoregni dell’Isidro Metapàn. Ma il gol realizzato in trasferta lascia aperta la strada delle semifinali sia al Santos Laguna sia ai Pumas Unam. L’ultima sfida era tutta nordamericana fra Toronto e i Los Angeles Galaxy di David Beckham. Il pareggio in rimonta, con una rete di Landon Donovan a un minuto dalla fine, è favorevole agli statunitensi dell’ex tecnico della nazionale Bruce Arena.

I tabellini dei quarti

Monarcas Morelia – Rayados de Monterrey 1-3
MONARCAS MORELIA : Vilar, Aldrete, Huiquim Romero, E.Perez, Ayala (76’ Mejia), Lugo, Ramirez, Marquez Lugo (58’ Sandoval), Toloza (65’ Lozano), Sepulveda. Allenatore : Boy
RAYADOS MONTERREY: Orozco, Basanta, Meza, Chavez, Mier, L,Perez (83’ Carreño), Zavala, Suazo, Delgado (75 Ayovì), De Nigris (83’ Arce), Reyna. Allenatore: Vucetich
ARBITRO: Chacon (Messico)
RETI: 28’ rig. e 44’ Suazo, 60’ Huiqui, 91’ Carreño
NOTE: Ammoniti Aldrete, Sepulveda, Suazo

Toronto – Los Angeles Galaxy 2-2


TORONTO: Frei, Harden, Aceval, Eckersley, Morgan, Frings, Dunfield (92’ Stinson), Silva (88’ Maund), Koevermans, Johnson, Plata (58’ Lambe). Allenatore: Winter
LOS ANGELES GALAXY: Saunders, Dunivant, Franklin, Boyens (67’ Barrett), De La Garza, Beckham, Juninho (87’ Stephens), Donovan, Keane, Magee, Buddle. Allenatore: Arena
ARBITRO: Campbell (Giamaica)
RETI: 12’ Johnson, 17’ Silva, 29’ Magee, 89’ Donovan
NOTE: Ammoniti Koevermans, Frei

Seattle Sounders – Club Santos Laguna 2-1
SEATTLE SOUNDERS: Gspurning, Gonzalez, Johansson, Parke, Hurtado, Evans, Alonso, Fernandez (78’ Johnson), Rosales, Montero, Estrada (93’ Burch). Allenatore: Schmid
SANTOS LAGUNA: Sanchez, Galindo, Hoyos, Estrada, Mares, Ludueña (74’ Ramirez), Rodriguez (84’ Salinas), Marc Crosas, Gomez (84’ Ochoa), Peralta, Suarez. Allenatore: Galindo.
ARBITRO: Quesada (Costarica)
RETI: 12’ Estrada, 61’ Gomez, 63’ Evans
NOTE: Ammoniti Rodriguez, Mares, Hurtado, Gonzalez, Sanchez, Hoyos, Estrada

Isidro Metapàn – Pumas Unam 2-1
ISIDRO METAPAN: Montes, Pacheco, Alvarado, Aquino, Mejia, R.Sanchez, Blanco (63′ Allan Kardeck), E.Sanchez (73′ Molina), Escobar, Suarez, Bautista (88′ Moràn). Allenatore: Portillo.
PUMAS UNAM: Miguel Palacios, Veròn, Marco Palacios, Espinosa, Fuentes, Garzia, Velarde, Cabrera, Cacho (46′ Orrantìa), Cortès (61′ Nieto), Bravo (55′ Herrera). Allenatore: Vazquez
ARBITRO: Lopez (Guatemala)
RETI: 27′ e 49′ Blanco, 67′ Herrera
NOTE: Ammoniti Garcia, Fuentes, Espinosa, Veron

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Quercia di Pinocchio albero monumentale: la galleria di foto di Luigi Casentini

Chiunque vi passi ne rimane affascinato. Ed ogni anno una importante manifestazione podistica del territorio le rende omaggio, facendo passare sotto i suoi rami un gran numero di atleti affaticati. E’ la Quercia delle streghe di San Martino a Colle, ritornata all’attenzione generale perché riconosciuta come albero monumentale dalla Consulta Regionale delle aree protette su richiesta del Comune di Capannori e del Wwf. Più monumentale di così, peraltro, non potrebbe essere: 600 anni di vita, un’altezza di 24 metri, una chioma con un diametro di 40 e una circonferenza di 4 metri e mezzi. Tanto che il riconoscimento sembra quasi superfluo, se non fosse che così si aggiunge un motivo alla sua tutela e a quella del paesaggio circostante.

Ma la cosa più bella sono le fantasie che i giochi di ombre e luci, i colori delle diverse ore del giorno e della sera, ispirano ai passanti. Così come ispirarono Collodi nello scrivere Pinocchio.

Anche ilnostrocorriere le rende omaggio così. Con la galleria di immagini firmata da Luigi Casentini. Che vale molto di più di centinaia di parole.

Pubblicato in Dalle città | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento